Folla di artigiani nella Basilica di S. Agotino. In occasione della festa di S. giuseppe il Vescovo Lucarelli ha esaltato il nobile e onesto lavoro di migliaia di artigiani.

Le rappresentanze di tutte le associazioni e delle categorie artigiane di Rieti hanno celebrato la ricorrenza di San Giuseppe, loro protettore, partecipando numerose alla messa presieduta da mons. Delio Lucarelli, vescovo diocesano, nella Basilica di sant’Agostino, com’è tradizione.

Tempio affollato e celebrazione tutta incentrata sulla figura del padre di Gesù e sulla umile ma nobile arte del falegname professata dal figlio di Dio, come esaltazione del lavoro compiuto con l’intelligenza e con le mani, seguendo un’arte – così ha detto mons. Lucarelli – che ha consentito nei millenni e nei secoli lo sviluppo della società e il soddisfacimento dei bisogni delle famiglie. “Tanto che molti seri, nobili ed onesti artigiani – ha sottolineato l’Ordinario diocesano – hanno anche potuto accumulare ricchezze che sono servite ad ampliare le loro attività, a trasformarle in industrie ed a assicurare il sostegno a molti, soprattutto alle loro famiglie che non hanno trovato difficoltà a progredire, vantando la benedizione del Signore sul loro onesto e sudato lavoro”.

In un momento critico come questo per l’economia e la finanza, specie a Rieti, le figure di San Giuseppe e di Gesù sono quelle che hanno richiamato tutti a considerare il valore e il significato del lavoro artigiano e la necessità che molti vi tornino, come stanno a testimoniare le oltre quattromila aziende che operano in provincia e nella gran parte nel territorio del capoluogo, con una significativa e speranzosa ripresa. Infatti molti giovani, con forme nuove ed aggiornate, impegnati in campi moderni dell’artigianato, sono tornati a guardare a questo settore dell’attività umana e lavorativa come possibilità di sbocchi che soddisfano bisogni e realizzano giuste e moderate ambizioni.

I vertici delle associazioni artigiane presenti in Basilica, hanno avvertito che i loro sforzi organizzativi e le iniziative che vengono prese con sempre maggiore intensità, possono servire ad illustrare ai giovani le prospettive che tutti i settori artigiani assicurano per riuscire ad una forte ripresa el comparto, affiancando la scuola superiore statale ed anche quella artigiana della Regione Lazio.

Il vescovo mons. Lucarelli è stato accolto con calore dai direttivi artigiani e dall’intera comunità parrocchiale, guidata da mons. Salvatore Nardantonio. Fiori e ricordini della festività di San Giuseppe sono stati donati ai presenti dopo la lettura della preghiera appositamente scritta per gli artigiani.

Rieti, 18 marzo 2012

Categorie: News, Primo Piano